Squisitezze d’Abruzzo al Leon d’Or di Martinsicuro (TE)

Squisitezze d’Abruzzo al Leon d’Or di Martinsicuro (TE)

di CORRADO LARONGA

Per chi ama il cibo di un amore profondo, e il mio girovita può confermare che io lo amo in barba a qualsiasi velleità di prova costume, viaggiare non è soltanto un modo per staccare dalla routine quotidiana ed entrare in contatto con persone e cose “altre”, ma anche un’occasione per ricordarsi che la nostra Italia, regione per regione, offre un ventaglio di prelibatezze che non ha eguali nel mondo conosciuto.

Quest’anno, ospite di amici squisiti, ho avuto il piacere di visitare l’Abruzzo e in particolar modo la zona di Martinsicuro, un posto dove solo i bancomat e qualche sparuto lounge bar ci ricordano che il tempo passa, un luogo dove la gente in fila dal panettiere ti aiuta a mettere le tue cose nel sacchetto se ti vede con le braccia stracolme di roba, dove belle coppie agée ti sorridono passeggiando per strada e, soprattutto, dove il pesce arriva fresco fresco dalle lampare ogni giorno.

In Abruzzo, ho imparato, due cose sono sacre: l’ospitalità e il cibo. Per questo motivo quando si è trattato di scegliere il ristorante dove mangiare il pesce non c’è stato alcun dubbio e si è optato per il Leon d’Or, un locale uguale a se stesso da 35 anni  e che non ha nessuna intenzione di venire meno alla sua filosofia: pesce sempre fresco e menù che varia a seconda di ciò che offre il mare. Se ci aggiungiamo un servizio competente e squisitamente informale e porzioni davvero generose abbiamo il ritratto di un posto da provare proprio perché, senza tanti fronzoli, offre un pesce lavorato a regola d’arte ma “toccato” il meno possibile per non comprometterne il sapore vero.

20160817_210803

Si comincia con Crostini di Pane abbrustoliti e Olio abruzzese. Quello che vedete è il filo che avevo messo io prima che i miei commensali mi redarguissero e provvedessero a versarne la giusta quantità!

20160817_211047

Calamaro/Alici /Cicala

20160817_211848

Ostrica/Polpo/Scampo/Gamberone

 20160817_213109

Trippa di Pesce, una squisitezza!

20160817_214238

Sogliola/Razza

20160817_214928

Gamberoni

20160817_215331

Cozze/Vongole

20160817_225824

Mezze Maniche al Sugo di Mare (quello vero)!

20160817_210755

Il vino che ci ha accompagnato, l’ottima Passerina Ispira di Cantina Zaccagnini

logo

22 agosto 2016 / 1 Comment / by / in
  • massi biagio says:

    Per chi conosce il posto è una descrizione perfetta di cosa si mangia ….e solo una piccola descrizione del piacere che si prova

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *